create a website
MARIO MERZ
CHE FARE?

L’artista Mario Merz espone un igloo con strutture in metallo e vetri, fascine, una balla di fieno attraversata da un tubo di neon, un cumulo di terra attraversato da una rete metallica e l’automobile usata dall’artista per il viaggio da Torino a Roma. … Nel dicembre 1968 il passaggio dall’appartamento di piazza di Spagna, L’Attico originario, al garage underground di via Beccaria è stato un salto mortale concettuale. Offrirlo vergine a un artista era una bellissima chance: Kounellis ci volle 12 cavalli vivi, Merz ci parcheggiò la Simca con cui era venuto da Torino a Roma, esponendola con l’igloo e altri pezzi. Proposi a Mario di esporre al garage tra i primi proprio perché lo ritenevo, nell’ambito torinese, l’artista più in sintonia con quello spazio brullo, non addomesticato: il primo spazio povero.

Fabio Sargentini

© Copyright 2019 David Barittoni - All Rights Reserved