website templates free download
Joseph Beuys. Arena.
Dove sarei arrivato se fossi stato intelligente

Il lavoro abbraccia l’intera attività di Beuys e simboleggia la sua condizione di artista. Iniziato nel 1970 e progressivamente ampliato, consiste in 93 disegni e collage su carta e 3 vetri montati in cornici di alluminio... Nei collage sono impiegate foto di precedenti opere dell’artista, disegni ed azioni, trattate con materiali diversi.. I pannelli sono disposti a terra, lungo le pareti dell’ambiente e al centro vi è una scultura, costituita da due pile di lastre di rame e cera e da un contenitore in plastica con olio lubrificante. All’interno dell’arena, il giorno in cui s’inaugura la mostra, l’artista espone se stesso ed esegue un’azione, durante la quale legge brani tratti dal libro di Carl Richter, Anacharsis Cloots: Ein historisches Bild aus der französischen Revolution von 1789 … La performance termina con la stessa azione compiuta da Coots prima di essere ghigliottinato, il quale dopo aver detto al boia, “guarda questa testa raramente ne vedrai una simile”, fece tre inchini, uno davanti a sé, poi verso un lato e quindi verso l’altro.

© Copyright 2019 David Barittoni - All Rights Reserved