GIRO D'ITALIA DELL'ARTE IN 9 TAPPE
Artisti: (Torino) Caira, Carocci, Galliano, Pusole, (Milano) Air', Benvenuto, Cingolani, Cirac', Pancrazzi, Perrone, (Venezia e Trieste) Di Maggio, Ferraris, Finotto, Niedermayr, Penso, Serse, Sartori, (Bologna) Bernardi, Cuoghi & Corsello, Marisaldi, Pivi, Renzini, Tesi, (Firenze) Barzagli, Bessi, Fabiani, Sgherri, Tomboloni, (Roma) Aquilanti, Bresciani, Canevari, Cerone, Colazzo, Leonida, Orsi, Paris, Pintaldi, Pontrelli, Salvino, Tranquilli, (Napoli) Cannavacciuolo, Finelli, Gatto, Sabato, Scotti, Silvestre, Zevola, (Palermo) De Nola, Lenaz, Nicosia, Papadia, Parisi, Rovella.

Dal 15 novembre1996 al 29 aprile 1997. …Come un vero e proprio giro d’Italia la manifestazione corre di città in città e ne scopre i campioni in erba, dell’arte piuttosto che del pedale… Ogni tappa, chiamata col nome di città, prevede un direttore di corsa, pardon, un curatore artistico. Si inizia con Torino (15 novembre), dove la scelta degli artisti è affidata a Luca Beatrice. Per Milano (6 dicembre) sceglie Gianni Romano. A Venezia e Trieste (10 genaio), due tappe in una, c’è Chiara Bertola. A Bologna (31 gennaio), Roberto Daolio, Fabiana Sargentini è incaricata a Firenze (21 febbraio). A Roma (14 marzo) Raffaele Gavarro. A Napoli (11 aprile), Gabriele Perretta. E a Palermo (29 aprile), infine, c’è Demetrio Paparoni. È un peccato che, per motivi organizzativi, si è dovuto contenere il numero delle tappe e son rimaste fuori alcune città che senz’altro avrebbero meritato di esserci… dal Piemonte alla Sicilia, si dovrebbe avere una visione abbastanza esaustiva della giovane arte italiana. Su quali spalle, idealmente, si poserà l’agognata maglia rosa?

Fabio Sargentini

© Copyright 2019 David Barittoni - All Rights Reserved